Breaking News

Digital Dojo – i corsi che aiutano a trovare lavoro nonostante la crisi

corsi-di.formazione-digital

L’importanza delle competenze digitali

In un periodo molto incerto, quando gli spostamenti potrebbero essere preclusi da un momento all’altro e ci sono variabili che nessuno può prevedere, con impatti devastanti su alcuni settori lavorativi, ci sono ambiti che non solo non hanno conosciuto crisi, ma hanno tratto vantaggio dalla situazione globale, diventando più floridi e aumentando la richiesta di lavoratori.

In parte sono gli stessi settori dove i datori di lavoro cercano da anni risorse competenti senza riuscire a trovarle, perché il divario tra le skills dei lavoratori e quello richiesto dal business rimane ancora molto alto, creando solo in Italia 135 mila posti di lavoro non riempiti all’anno.

Una startup EduTech, DigitalDojo.it, ha ideato dei corsi di formazione in italiano per risolvere questo problema e aiutare i suoi studenti a svolgere una carriera di successo nel settore digitale.

Acquisire le competenze digitali, da dove cominciare?

Come far acquisire ai potenziali lavoratori digitali le competenze che potrebbero cambiare le loro vite, migliorare le loro carriere e il loro modo di lavorare? Non è raro trovarsi disorientati davanti alle tante proposte e settori diversi di cui a questo punto si sa ancora poco.

I fondatori di Digital Dojo hanno pensato anche a questo, con un utilissimo Test Attitudinale per capire quale ambito offra maggiori possibilità di riuscita per un determinato candidato in base alle sue preferenze e alla sua personalità.

Come scegliere l’ambito digitale giusto

Il 2020 è stato un anno particolare per tante persone: studenti e laureati che hanno avuto difficoltà ad entrare nel mondo del lavoro, lavoratori in cassa integrazione o disoccupati con tempo libero a disposizione e voglia di reinventarsi. Tutte queste categorie potrebbero migliorare la propria vita professionale grazie ai corsi online nelle discipline più richieste del digitale e trovare lavoro anche senza diploma o laurea.

Altre persone sono multipotenziali, quindi interessate a più discipline, annoiate dal canonico sviluppo verticale della carriera, che porta alla specializzazione soltanto in un ambito molto ristretto, portandoli a trascurare i loro molteplici interessi interdisciplinari.

C’è anche chi vuole semplicemente trovare un lavoro che lo aiuti a non correre i rischi dell’automazione o di possibili lockdown in arrivo. Queste persone potrebbero concentrarsi sulle professioni digitali più retribuite. Vediamo quali sono le migliori alternative di una carriera digitale.

Ambiti tecnici

Sono molto richiesti professionisti in settori tecnici, come programmazione, sviluppo web e data science.

Per raggiungere un livello junior e proporsi alle aziende ci potrebbe volere più tempo, di solito da un anno in su di formazione continua ed esercitazioni pratiche. I candidati con capacità di ragionamento analitico, capaci di eccellere in matematica o statistica potrebbero impiegare anche meno tempo per raggiungere un livello alto.

Si tratta di professioni in continua crescita e molto ben pagate, come Data Scientist, Data Analyst o Web Developer.

Ambiti umanistici

Anche nelle materie umanistiche ci sono lavoratori che possono non temere l’automazione. Si tratta dei professionisti del digital marketing, come E-commerce manager, Copywriter, Social Media Manager.

Qui si può raggiungere una posizione Junior per un’azienda o cominciare a lavorare da freelance con i propri clienti anche tra 3 o 6 mesi, a seconda delle competenze e dalla professione scelta.

Le professioni più richieste del Digital

Per alcune di queste professioni c’è tanta richiesta in Italia e all’estero, vediamo quelle più diffuse:

1.   Web Developer

Lo sviluppatore web progetta, crea e gestisce siti e applicazioni web. Di solito i web developers sono impiegati presso società specializzate nello sviluppo di software, IT o consulenza informatica. Possono lavorare anche come freelance.

Ci sono diversi tipi di Sviluppatori Web:

  • Front End – si occupa di ciò che si vede dall’esterno – il sito come lo visualizza l’utente. Il Front-End Developer deve conoscere i linguaggi HTML, CSS e Javascript.
  • Back-End – si occupa di ciò che non si vede – base di dati, il funzionamento interno del sito. Deve conoscere i linguaggi backend, come Java o PHP.
  • Fullstack – conosce sia il lato back-end, sia quello front-end e di solito è pagato di più.

2.   Il Copywriter

Il Copywriting è il processo di scrittura dei testi per il Marketing. Questi contenuti devono essere persuasivi, per fare breccia sul target giusto e portare conversioni. L’obiettivo ultimo del Copy è far compiere l’azione per cui ha deciso di realizzare quel testo.

Un Copywriter o Web Content Editor può lavorare in un’agenzia di copy, come freelance, o in-house nel caso di aziende grandi o testate giornalistiche.

Alcune realtà richiedono che sappia fare anche il lavoro del Social Media Manager, per altre il design dei post e ricerca delle immagini.

3.   Ads Specialist/PPC Specialist

Uno Specialista PPC si occupa dell’acquisto di traffico qualificato verso un sito web o una landing page. Un Ads Specialist si occupa della strategia, progettazione, implementazione, SEO e analisi delle performance pubblicitarie.

Che significa? Gestire le campagne pubblicitarie pay-per-click online, su Google  o sui social media. Gli annunci nelle prime posizioni a pagamento su Google o i post sponsorizzati su Facebook sono di solito fatti da un Ads Specialist.

Tante aziende sono interessate ad aumentare il fatturato grazie alle campagne PPC performanti e sono alla ricerca di questa figura professionale.

4.   Data Analyst/Data Scientist

La Data Analysis ha alla base tre discipline: informatica, analisi statistica e digital marketing. L’obiettivo di questa disciplina è di guidare il business nella migliore direzione. Il Data Analyst aiuta le aziende a raggiungere questo risultato sul breve e medio termine. Per cominciare basta saper usare Google Sheets.

Il Data Scientist si occupa di strategie a medio e lungo termine. Di solito gestisce volumi di dati più grandi e algoritmi più complessi e conosce almeno un linguaggio di programmazione, di solito R o Python.

Lo fa raccogliendo dati da diverse fonti, poi li organizza e li struttura per analizzarli e ricavarne insight utili per le aziende. Il lavoro del Data Analyst consiste nella verifica di ipotesi e teorie per ottenere un vantaggio competitivo con l’aiuto di decisioni data-driven.

Trovare corsi Python e corsi R ben realizzati può rivelarsi una vera miniera d’oro per la propria carriera professionale.

5.   Social media manager

Molte persone confondono il ruolo del Social Media Manager con quello del consulente Facebook Ads. A volte è la stessa persona a coprire entrambi i ruoli, però di solito si tratta di compiti diversi. Il Social Media Manager si occupa della gestione dei canali social dell’azienda committente.

In realtà più piccole chi ha questo ruolo si occupa anche della creazione dei contenuti – dai post, immagini e articoli alla digital PR – interazione il pubblico e community management. A volte pianificano e gestiscono i post sponsorizzati e le dinamiche di web reputation.

Corsi di formazione digital per trovare lavoro

I corsi di formazione di Digital Dojo offrono una formazione pratica e personalizzata per tutte queste professioni e anche tante altre. Dopo aver seguito il corso, i candidati saranno in grado di sviluppare da subito in autonomia un proprio progetto da mostrare ai potenziali datori di lavoro e da inserire nel portfolio.

Rispetto ai settori tradizionali, il digital è innovativo e meritocratico, il portfolio e le competenze sono spesso più valorizzati delle certificazioni. Ecco perché, soprattutto in questo complicato periodo storico, è importante scegliere corsi di formazione digital che permettano di acquisire competenze digitali pratiche per poter lavorare da subito.

Un’altra particolarità del lavoro digitale è che può essere svolto da qualsiasi parte del mondo con orari comodi, basta solo un computer e una connessione. Uno stile di vita da nomade digitale con maggiore equilibrio tra orario lavorativo e vita privata, che qualche anno fa era una prerogativa dei professionisti IT molto qualificati, adesso è una realtà anche per le altre professioni digitali.

Migliora le tue prospettive di carriera con i corsi online che ti permettano di trovare lavori che non conoscono crisi!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *